Gita fuori porta vicino Milano, tutti i luoghi da non perdere
gite fuori porta milano

Una guida ricca di spunti per gite fuori porta da Milano con un itinerario tra le città d’arte più belle, laghi, montagne, parchi e siti UNESCO, raggiungibili entro un massimo di due ore dal capoluogo lombardo.

 

Dentro e fuori Milano, nelle sue vicinanze, a non più di due ore di distanza, c’è un mondo da esplorare e scoprire tra piazze e palazzi storici, monumenti, musei, parchi.

Milano è una città da visitare. La capitale meneghina offre davvero tanto a chi cerca stimoli culturali. Dai palazzi storici agli edifici moderni, dalle vie commerciali dedicate all’alta moda ai musei con esibizioni e mostre di respiro internazionale.

Non sono da meno i dintorni di Milano e le regioni confinanti con la Lombardia, con le tante località da visitare per il loro valore storico e artistico, per i meravigliosi paesaggi che regalano e per le tante attività insolite e interessanti tra degustazioni delle specialità locali, escursioni nella natura, tour a tema, giornate rilassanti alle terme.

Una gita fuori porta da Milano diventa anche l’occasione per conoscere i siti UNESCO di cui l’Italia è tanto ricca. Tra questi, Crespi d’Adda, Monte San Giorgio, i Sacri Monti di Ossuccio e di Varese, Mantova, Santa Maria delle Grazie e il Cenacolo di Leonardo da Vinci, la Liuteria a Cremona… Solo per citarne alcune.

 

Gite fuori porta Milano

Spingiamoci oltre Milano, in macchina o in treno. Se stai pensando di venire da queste parti, approfitta delle gite in giornata o di un weekend intero per raggiungere le mete più interessanti, da visitare almeno una volta nella vita.

Partiamo con la prima tappa! 👇

 

1. Crespi d’Adda (Patrimonio UNESCO) e Trezzo d’Adda

gite vicino milano
vincenzo-inzone-unsplash

 

Si trova nel territorio bergamasco, a poco meno di 40 chilometri da Milano, questo villaggio operaio di fine ‘800 che prende il nome dai suoi fautori, la famiglia Crespi, industriali cotonieri lombardi.

Il “Villaggio ideale del lavoro” nasce accanto all’opificio tessile dei Crespi, lungo la riva bergamasca del fiume Adda, per dare alloggio ai dipendenti e alle loro famiglie. Oggi è un sito Patrimonio dell’UNESCO, ancora abitato dai discendenti dei lavoratori della storica fabbrica tessile, dove è possibile visitare Villa Crespi, castello neogotico un tempo residenza dei proprietari.

Da non perdere il piccolo borgo, Trezzo sull’Adda, sull’omonimo fiume, con il suo Castello Visconteo, di cui oggi possiamo ritrovare solo i resti.

 

2. Montevecchia

gita fuori porta milano
flickr, Sa Mu

 

Conosciuta come il “monte di Milano”, questa località nota per ​la produzione di erbe aromatiche, è arroccata su una montagnetta, a 30 km di distanza dalla capitale lombarda.

Montevecchia appartiene alla provincia di Lecco e si trova all’interno del Parco del Curone, insieme al Santuario medievale della Beata Vergine del Carmelo, circondata da sedici edicole in pietra arenaria con sculture settecentesche.

Il Santuario è raggiungibile da una scalinata che porta sulla cima della collina (503 metri), da dove si vede tutta Milano.

Cose da vedere ce ne sono anche qui. Oltre al Santuario, ville, chiesette e passeggiate tra i sentieri che portano a Montevecchia Alta, fiancheggiando ​​campi terrazzati e vigneti.

 

3. Lago di Como

lago di como

 

È il terzo lago più grande d’Italia, dopo il lago di Garda e il lago Maggiore, che bagna la provincia di Como e Lecco. Una passeggiata fuori Milano per raggiungere il lago è l’occasione per scoprire, lungo le sue rive, i piccoli borghi di pescatori, le ville aristocratiche, parchi e giardini, le spiagge.

Tra le spiagge più belle da visitare sulla sponda orientale, la spiaggia Riva Bianca (Lierna), spiaggia di Oro (Bellano), spiaggia di Onno e la spiaggia di Colico. Sulla sponda occidentale, invece, la spiaggia di Careno (Nesso), la spiaggia di San Giovanni (Bellagio), la spiaggia di Lenno, la spiaggia di Griante, la spiaggia di San Siro, la spiaggia di San Vito (Cremia) e la spiaggia di Sorico.

Una passeggiata lungolago porta anche alla scoperta di sentieri come quello del Viandante ad Abbadia Lariana e la Greenway dei Patriarchi, una strada pianeggiante che parte da Varenna, percorrendo una decina di chilometri tra piccoli borghi come Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante.

Da Abbadia Lariana, località turistica tra le più apprezzate sul lago di Como, si può raggiungere la più bella cascata di tutta la Lombardia, la Cascata del Cenghen (580 m).

Tre borghi da non perdere: Lierna, Varenna e Bellagio. A Varenna si trovano alcune delle ville più belle dei dintorni, come Villa Monastero e Villa Cipressi.

Sulla riva orientale del lago, la piccola località di Lierna è famosa per le sue splendide ville circondate da parchi, e per la spiaggia Riva Bianca.

Infine, Bellagio è rinomato come il borgo più affascinante tra tutti. Chiamato anche “il Borgo”, offre una bellissima vista grazie alla sua posizione tra colline, lago e Alpi.

 

 

4. San Pellegrino Terme e Val Brembana

fuori milano
flickr, Jan Sluijter

 

Una gita fuori porta Milano che vale la pena fare, se sei da queste parti, è quella in Val Brembana, ai piedi delle Alpi Orobie bergamasche.

Amatissima dagli escursionisti per i sentieri da esplorare, i percorsi di trekking e in mountain bike, che passano attraverso i piccoli borghi storici, la Val Brembana è nota per la località termale di San Pellegrino Terme, famosa per l’omonima acqua minerale S. Pellegrino.

San Pellegrino Terme, bagnata dal fiume Brembo, dista 24 Km da Bergamo e 70 Km da Milano.

 

5. Franciacorta

Una gita da Milano, a poca distanza dalla città, si può fare in Franciacorta, sulle sponde del Lago d’Iseo, in provincia di Brescia.

La Strada del Vino Franciacorta si snoda lungo 80 chilometri tra colline e vigneti, borghi e castelli. Un territorio meraviglioso da scoprire, dove fare escursioni e percorsi di degustazione enogastronomica.

 

6. Orta San Giulio e Lago d’Orta

orta san giulio

 

Orta San Giulio, nominato uno dei borghi più belli d’Italia, è un’altra tappa ideale per una gita in giornata da Milano, dalla quale dista circa 90 km. Orta si trova in provincia di Novara, in Piemonte.

Il fulcro della cittadina è Piazza Motta, piazza deliziosa che affaccia sul lago, punto dal quale imbarcarsi per raggiungere l’isola di San Giulio. L’isolotto si trova in mezzo al lago, proprio di fronte a Orta.

Sulla cima della collina che domina su Orta San Giulio, si trova il Sacro Monte d’Orta, Patrimonio Mondiale UNESCO, dedicato a San Francesco da Assisi. Un percorso che fa tappa in 20 cappelle affrescate con episodi della vita di San Francesco.

 

7. Stresa e le isole Borromee sul Lago Maggiore

gita fuori porta vicino milano
flickr, Enrica

 

Il Lago Maggiore è il più esteso tra i laghi piemontesi. Sulle sue acque posano le loro “fondamenta” le famose Isole Borromee: Isola Bella, Isola Madre con il suo Castello Borromeo e l’Isola dei Pescatori, tra Stresa e Verbania.

Anche nei dintorni di questo lago ci sono tantissimi borghi da visitare dove scoprire ville nobiliari, palazzi storici, chiese e castelli antichi.

A Stresa, la più bella tra i borghi lungo la costa occidentale del lago, nella provincia piemontese di Verbano-Cusio-Ossola, da vedere il centro storico con ville e palazzi antichi, tra cui Villa Pallavicino, risalente al 19° secolo, circondata dal giardino che ospita il parco zoologico e il giardino botanico; Villa Ducale, antica residenza signorile.

 

8. Oasi Zegna

oasi zegna
Flickr, gian claudio perino

 

L’Oasi Zegna, in provincia di Biella, è un’altra meta ideale per una gita fuori Milano. Un’area montana protetta e con 26 itinerari naturalistici sullo sfondo delle Alpi biellesi, visitabile in ogni periodo dell’anno.

L’Oasi Zegna nasce nel 1993 su iniziativa di Ermenegildo Zegna che ha voluto farne un paradiso naturale. L’Oasi ospita laboratori dedicati ai bambini, percorsi espositivi, meravigliose fioriture come quella della Conca dei Rododendri in primavera, flora e fauna selvatica.

Percorrendo la Panoramica Zegna, una delle strade più suggestive d’Italia, che si snoda per 26 chilometri sopra Trivero, nel Biellese, la vista si perde tra il Monte Rosa, l’Alta Valsessera, la Valsesia, la Pianura Padana.

 

9. Valsesia

gita fuori milano
flickr, Marta Dionigi

 

Per una gita fuori porta da Milano, la Valsesia è sicuramente una delle vallate piemontesi più belle.

Il territorio si estende lungo il corso del fiume Sesia, dominato dal Monte Rosa, fino alle pianure del biellese. Una meta molto apprezzata da chi ama praticare pesca sportiva, rafting, trekking, alpinismo e arrampicate.

La Valsesia è piena di piccoli villaggi caratteristici da visitare. Tra i borghi più belli, Varallo, nella zona della Val Mastallone. Un territorio popolato da piccole località antiche circondate da fitti boschi attraversati da sentieri percorribili.

 

10. Valtellina e Trenino rosso del Bernina

trenino del bernina

 

La Valtellina è una tra le più famose valli lombarde dove incontrare tanti piccoli borghi per una gita fuori Milano.

Il territorio è molto apprezzato come meta turistica invernale per la presenza di località sciistiche come Bormio e Livigno, ma anche per i suoi centri termali e i suggestivi paesi di montagna, per gli itinerari escursionistici ed eno-gastronomici.

Tra le località principali della Valtellina, oltre a quelle citate, Sondrio, Chiavenna, Tirano, Morbegno, Teglio, Sondalo. Nella Valtellina, destinazione ideale per chi cerca un turismo slow a contatto con la natura, ci sono anche alcuni dei Parchi più estesi del Nord Italia, il Parco Nazionale dello Stelvio e il Parco delle Orobie Valtellinesi.

Da Tirano, città della Valtellina, parte il Trenino del Bernina (Bernina Express), anche detto “Trenino Rosso” per il colore dei suoi vagoni, il più alto d’Europa che scala la montagna (a 2.253 metri di altezza) arrivando a St. Moritz, famosa località svizzera dell’Engadina.

Dal 2008 il Trenino del Bernina è Patrimonio Mondiale UNESCO.

 

11. Lago di Garlate

gite fuori porta da milano
flickr, Danilo Manzoni

 

A sud di Lecco si trova il Lago di Garlate, collegato al Lago di Como attraverso il fiume Adda, percorribile lungo il ciclo pedonale ad anello, la ciclabile dei laghi, che da Lecco passa per località come Pescate, Garlate e Olginate sulla riva destra, e per Calolziocorte e Vercurago sulla riva sinistra.

Lungo il percorso si incontrano diversi luoghi di interesse:

  • il Monastero del Lavello a Calolziocorte
  • il Santuario di San Girolamo Emiliani e il Castello dell’Innominato a Vercurago, nella frazione alta di Somasca
  • il vecchio borgo di pescatori a Pescarenico a Lecco
  • le Pozze di Erve in provincia di Lecco, piscine naturali, cascatelle e scivoli che formano pozze d’acqua cristallina originaria dal torrente Gallavesa, alle pendici del Monte Resegone.

 

12. Sentiero delle Sculture nel Parco Naturale Regionale Campo dei Fiori

Nei dintorni del Lago Maggiore si trova Il Sentiero delle Sculture di Legno (sul sentiero N. 17) che parte da Cerro di Caldana, nel Parco Regionale Campo dei Fiori, un’area naturale protetta nella provincia di Varese con tanti altri sentieri numerati.

Il Parco è stato istituito nel 1984 e ancora oggi è una meta molto ricercata soprattutto dagli amanti del trekking e delle passeggiate in montagna. Fautore delle sculture che ritraggono volti e animali, ricavate dai tronchi di legno di castagno, è Sergio Terni.

 

13. Il Pavese: Certosa di Pavia, Pavia e Vigevano

gita da milano
flickr, Guido Pusceddu

 

Una gita fuori da Milano ci porta nel Pavese per visitare Pavia e Vigevano.

Nel territorio non ci sono solo i famosi campi di lavanda e i deliziosi borghi da visitare. Una meta culturale e spirituale è la Certosa di Pavia, una delle opere architettoniche religiose più famose del Rinascimento fatta costruire come cappella privata e mausoleo di famiglia nel ‘400 per volere di Gian Galeazzo Visconti.

Dopo la visita del monastero, si può far tappa a Vigevano, il centro più importante della Lomellina, terra di riso e risaie.

A Vigevano è da visitare la sua splendida piazza Ducale (1492), una delle più belle d’Europa costruita per volere di Ludovico il Moro come accesso al Castello. Sui tre lati della piazza si trovano edifici decorati da affreschi, sul quarto, la Chiesa Cattedrale di Sant’Ambrogio.

Anche la piccola Pavia merita una visita, una città a impronta universitaria da visitare anche in mezza giornata raggiungibile da Milano anche in bici, percorrendo il Naviglio Pavese. Il fiume Ticino divide in due Pavia, da una parte il centro storico, dall’altra il quartiere Borgo Ticino, collegate dal Ponte Coperto. simbolo di Pavia.

Da vedere,

  • il duomo, il terzo più grande d’Italia dedicato a Santo Stefano Martire e a Santa Maria Assunta, costruito durante la dinastia degli Sforza.
  • Piazza della Vittoria, il cuore della città dove si trova il palazzo più antico della Lombardia, il Broletto (1100) un tempo sede vescovile, poi del potere civile. Oggi, ospita l’Istituto Superiore Universitario
  • il Castello Visconteo (1360), oggi sede dei Musei Civici e della Pinacoteca Malaspina.

 

 

14. Abbazia di Morimondo

A circa 15 km da Milano e a pochi chilometri da Abbiategrasso, ai confini con il territorio di Pavia, si trova l’Abbazia di Morimondo, antico monastero cistercense immerso in una vallata sul fiume Ticino.

Il monastero con i suoi chiostri nasce nel 1134 dall’iniziativa di un gruppo di monaci cistercensi provenienti dalla casa madre di Morimond in Francia. L’edificio, costruito in mattoni di argilla, si erge su due piani. Al suo interno conserva alcune opere d’arte pregiate.

 

15. Rocca di Angera e Santuario di Santa Caterina del Sasso

gita in giornata da milano
flickr, Joël Le Montagner

 

Sul Lago Maggiore, a poco più di 60 km da Milano, si trova la Rocca di Angera, nei pressi dell’omonima cittadina.

Un tempo proprietà dei Visconti, poi acquistata dai Borromeo, la Rocca ospita sale storiche decorate da affreschi e tele, antichi arredi, nonché il Museo della Bambola e del Giocattolo, con oltre mille bambole realizzate dal XVIII secolo fino ad oggi.

A strapiombo sul Lago Maggiore, un altro monumento storico, ma di carattere religioso e spirituale, è l’Eremo di Santa Caterina, antico monastero costruito nella roccia nel XIV secolo.

 

16. Lago di Iseo e Monte Isola

Classificata come uno dei “Borghi più Belli d’Italia”, Monte Isola è un’altra tappa che annoveriamo in questa classifica dei posti da vedere vicino Milano.

La caratteristica dell’isola è la sua vita tranquilla, considerando che qui non circolano autovetture, ma solo motorini, biciclette e qualche mezzo di servizio.

Sull’isola campeggiano gli antichi borghi dei pescatori come Maraglio, Carzano, Novale, fiancheggiati da strade puntellate da ulivi secolari. In cima all’isola, sull’estremità della vetta più alta, si erge il Santuario della Madonna della Ceriola. Luogo sacro e belvedere da dove fotografare il lago d’Iseo e la Franciacorta.

 

17. Castelli: Castello di Malpaga, Castello di Soncino

gita vicino milano
flickr, ZaffiroeAcciaio Marco Ferr – Castello di Soncino

 

Il Castello di Malpaga (1300) a Cavernago, a pochi chilometri da Bergamo, è uno dei più importanti nel territorio lombardo, ospitato all’interno del Parco del fiume Serio, un tempo dimora e Feudo del condottiero Bartolomeo Colleoni, Capitano Generale della Repubblica di Venezia, poi passato ai Conti Roncalli e alla famiglia Crespi.

Il Castello si trova immerso nella campagna bergamasca e conserva un aspetto medievale con le torri di guardia, le mura merlate, il grande fossato, le logge e l’antico ponte levatoio. Al suo interno custodisce meravigliosi affreschi.

Il Castello di Soncino, invece, è un esemplare di architettura militare lombarda costruito da Galeazzo Maria Sforza intorno al 1470, nell’omonima località. La visita alla Rocca Sforzesca ne lascia scoprire l’affascinante struttura tra torri e bastioni, ponti levatoi e sistemi di difesa.

Oltre al Castello, è interessante fare un giro nel borgo di Soncino, dove vedere le sue chiese e i palazzi storici, e dove si trova anche il Museo della Stampa.

 

18. Labirinto della Masone

Da visitare per una passeggiata fuori Milano, il parco culturale nei pressi di Fontanellato, in provincia di Parma, che ospita il più grande labirinto del mondo, composto da circa 300 mila piante di bambù, alte tra i 30 centimetri e i 15 metri.

 

19. Monza

gite fuori porta milano
flickr, Sandra Pires

 

Monza dista da Milano circa 30 km in auto, una meta ideale per una visita in giornata. Conosciuta per il famoso autodromo, la città offre molte attrazioni.

Da visitare, tra gli altri monumenti:

  • il centro storico con il Duomo fatto costruire dalla regina longobarda Teodolinda
  • nel Duomo, la Cappella di Teodolinda custode della preziosa Corona Ferrea
  • il Museo e Tesoro del Duomo di Monza
  • il Palazzo dell’Arengario (XIII), un tempo sede del potere civile
  • la Reggia o Villa Reale di Monza in stile neoclassico, un tempo residenza privata degli Asburgo (XVIII secolo)
  • il Parco storico risalente all’800, voluto da Napoleone, con oltre 700 ettari di prati e boschi, un fiume, laghetti; i ponti antichi sul fiume Lambro.

 

20. Oasi di Sant’Alessio, con il Castello

L’Oasi di Sant’Alessio a Sant’Alessio con Vialone in provincia di Pavia è un’area naturale protetta da visitare per le sue bellezze naturali, tra specie animali e vegetali. L’Oasi è l’ambiente naturale di varie specie autoctone di uccelli, come le cicogne e i falchi pellegrini.

Anche questa tappa è facilmente raggiungibile da Milano, ad appena una trentina di chilometri.

Accanto all’Oasi, in Piazza della Chiesa, si trova il Castello storico di Sant’Alessio, (secolo XIV), una delle fortificazioni più integre della provincia.

 

21. Voghera e il Parco Cowboy

Il territorio dell’Oltrepò Pavese è tutto incentrato sulle attività agricole, inclusa la viticoltura. E così Voghera, un tempo importante via del sale, che conserva questa tradizione. Da queste parti, tra le attività da non perdere, le degustazioni del buon vino del territorio, il Pinot Nero.

Per quanto riguarda i luoghi di interesse, ecco i più importanti:

  • il Duomo di San Lorenzo che al suo interno conserva un reliquiario proveniente dalla terra santa
  • il Tempio Sacrario dedicato a Sant’Ilario e San Giorgio, noto anche come Chiesa rossa
  • la Chiesa di San Giuseppe Calasanzio e di Santa Maria Assunta
  • Palazzo Gounela, sede del comune di Voghera
  • il Museo Storico “Giuseppe Beccari”
  • il Castello Visconteo

A Voghera si trova il Cowboyland, all’interno del Cowboy’s Guest Ranch, un Parco italiano a tema western con i tipici animali che vivono nelle praterie e nei ranch nordamericani, maneggi, Saloon e spettacolari Rodei.

 

22. Ville storiche

passeggiata fuori milano
flickr, renzo dionigi

 

Le ville lombarde sono le dimore storiche dislocate tra Milano, Como e Varese, da vedere per un tour diverso dai soliti, tra queste:

  • Villa Fogazzaro (dello scrittore Antonio Fogazzaro) dell’Ottocento, a circa 1 ora e 30 da Milano.
  • Villa del Balbianello sul Lago di Como, vicina ai borghi di Colonno e Ossuccio (a circa 1 ora e 30 da Milano).
  • Villa Carlotta a Tramezzina, in provincia di Como, con giardino botanico e museo.
  • Villa Litta a Lainate a 30 minuti da Milano.
  • Villa Panza a Varese del ‘700 (all’interno ospita una collezione di arte contemporanea.
  • Villa Olmo, sulla passeggiata del Lago di Como, è un bellissimo edificio di fine Settecento in stile neoclassico, residenza estiva dei marchesi Odescalchi.

 

23. Varese e il Sacro Monte di Varese

gite da milano
flickr, Ed Fulton

 

A circa 60 chilometri da Milano, sulle rive dell’omonimo lago, si trova Varese, cittadina ai piedi delle Alpi, al confine con la Svizzera.

Entrando nel centro storico di Varese ci si imbatte nella Cattedrale di San Vittore (IX secolo), dedicata a San Vittore martire, riconoscibile dalla sua facciata in stile neogotico e dall’imponente campanile in stile barocco. Passeggiando per la città, invece, si incontrano i famosi palazzi in stile Liberty.

Sopra il quartiere S. Ambrogio parte il percorso del Sacro Monte di Varese, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, sulle pendici del Parco dei Fiori che attraversa le 14 cappelle con le statue a grandezza naturale. Il percorso porta in cima alla collina fino al borgo di Santa Maria del Monte dove si trova il Santuario, in stile barocco lombardo, dedicato alla Madonna.

 

24. Mantova

Una gita fuori Milano da fare in giornata porta senz’altro a Mantova, la città dei Gonzaga, fautori delle sue bellezze architettoniche. Mantova è una cittadina rinascimentale, così ricca di valore che nel 2008 è stata inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Il centro storico è piccolo e raccolto, si visita bene anche in una giornata. È qui che si trovano i monumenti principali della cittadina.

Da vedere,

  • il Castello di San Giorgio, ex fortezza fatta costruire da Francesco I Gonzaga nel 1395.
  • Piazza Sordello, la piazza più grande del centro storico, dove si affacciano il Duomo, il Palazzo Vescovile, il Palazzo Ducale (o Palazzo del Capitano), il Palazzo Bonacolsi (ora Castiglioni) e il Palazzo Acerbi.
  • Palazzo Ducale, la più antica fra le residenze dei Gonzaga.
  • Il Duomo di Mantova, o Cattedrale di San Pietro (XI secolo), riconoscibile per la sua facciata tardo-barocca e la fiancata destra gotica in cotto rosso.
  • Piazza delle Erbe, un tempo sede del tradizionale mercato di frutta e verdura, dove si incontrano negozi, bar e trattorie. Su questa piazza si affacciano il Palazzo della Ragione e la Torre dell’Orologio, la Rotonda di San Lorenzo, la Casa del Mercante.
  • Torre dell’Orologio, accanto al Palazzo della Ragione.
  • La Rotonda di San Lorenzo, chiesa più antica della città (fine XI-inizio XII secolo).

 

25. Bergamo

passeggiate fuori milano
flickr, michele carbone

 

Per una passeggiata fuori da Milano, a meno di un’ora si trova Bergamo, città ricca di storia, arte e cultura.
Bergamo è divisa su due livelli: Berghem de hota e Berghem de hura, ovvero Bergamo Alta e Bergamo Bassa, collegate da scalette, sentieri, e da una funicolare che parte da Porta Sant’Alessandro.
A Bergamo Bassa, superata Porta Nuova, inizia il Sentierone, uno dei viali alberati con tanti negozi e palazzi storici: il Teatro Donizetti, la Chiesa di San Bartolomeo, Palazzo Frizzoni, il Monumento al Partigiano.
Da Via Pignolo inizia l’antico borgo che porta a Bergamo Alta, il borgo medievale che si gira a piedi, cinto dalle mura venete lunghe 5 km (Patrimonio UNESCO), percorribili e visitabili nei tunnel sotterranei.

A Bergamo Alta si cammina tra vicoli stretti che portano a meravigliose piazze con edifici e monumenti storici:

  • Piazza Mercato delle Scarpe, dove si trova il Chiostro di San Francesco, e da dove si raggiunge la Rocca, antica fortezza.
  • Piazza di San Pancrazio, dove si trovano i palazzi medievali, la Chiesa di San Pancrazio, la Fontana e la Torre del Gombito, la più alta di Bergamo.
  • Piazza Vecchia, conosciuta come “la più bella d’Europa”, così definita dall’architetto Le Corbusier, o come la definì scrittore tedesco Hermann Hesse, “L’angolo più bello d’Italia”. Qui si trovano il Palazzo della Ragione, la Fontana del Contarini, il Palazzo del Podestà e il Campanone, l’altissima Torre Civica.
  • Piazza Duomo, dove visitare il Duomo, la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Cappella Colleoni.
  • Piazza della Cittadella Viscontea, dove svetta la Torre dell’Adalberto. Qui, chi vuole, può visitare il Museo Archeologico e il Museo di Scienze Naturali Enrico Caffi.
    Attraversata la piazza e oltrepassata la Porta Sant’Alessandro, si arriva al Colle di San Vigilio in funicolare, dove visitare la chiesetta e l’antico castello.

 

26. Novara

novara

 

Al confine tra Piemonte e Lombardia, a metà strada tra Torino e Milano, si trova Novara.
Piccola ma con sostanza, a Novara ci sono molte cose da vedere a partire dal centro storico con i suoi palazzi colorati. Il viale principale e pedonale è Corso Italia, che lascia intravedere il Duomo, ovvero la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Battistero di San Gaudenzio e la Cupola dell’Antonelli. Altra Chiesa da visitare, è quella di San Marco, poco distante da Corso Italia.

A pochi passi dal Duomo si trova l’Arengo del Broletto, un cortile quadrangolare circondato da edifici storici. Tra i palazzi più importanti, Palazzo Cabrino (XVII sec.), sede del municipio di Novara; Palazzo Langhi Leonardi (XVIII sec.); Palazzo Bellini; Palazzo Cacciapiatti Fossati (XVII sec.), sede del palazzo di Giustizia; Casa della Porta, un palazzo storico medievale in stile gotico.

Tra gli edifici più importanti a scopo difensivo, il Castello Visconteo (1200), oggi sede di mostre ed eventi culturali, circondato da uno dei parchi più belli della regione.

 

27. Vercelli

A circa un’ora di distanza da Milano si trova Vercelli, nota come la capitale europea del riso.
Vercelli ha un centro storico piccolo, che si gira piacevolmente a piedi per ammirarne i palazzi storici e gli edifici sacri tra i quali la maestosa Basilica di Sant’Andrea (1219 -1227), esemplare di più stili lombardo, emiliano, gotico e romanico.

Tra le principali attrazioni da vedere a Vercelli:

  • Piazza Palazzo Vecchio, anche conosciuta come “Piazza dei Pesci” per il mercato ittico che ospitava un tempo.
  • Piazza Cavour, antico foro romano con alcuni degli edifici più antichi e la Torre dell’Angelo,
  • I Portici dei Brentatori (1300)

 

 

28. Monferrato

Il Monferrato è la storica regione che si trova tra le province di Asti e Alessandria, in Piemonte, terra dei più famosi vini piemontesi, nonché di piccoli e deliziosi borghi medievali e antichi castelli.

Da Milano ci si mette poco più di un’ora per raggiungere alcune località tra le più belle, come Gavi, Alessandria, Rosignano Monferrato, Canelli, Nizza Monferrato (Patrimonio UNESCO), Cella Monte, uno dei Borghi più belli d’Italia.

 

29. Alba

alba piemonte
Alba Piemonte – Flickr, Tommy Cavaglia’

 

Dista da Milano circa 120 chilometri, la città piemontese della provincia di Cuneo appartenente al meraviglioso territorio delle Langhe, compresa tra le province di Asti e Cuneo, dal 2014 inserita nella lista UNESCO dei beni Patrimonio dell’Umanità insieme a Roero e Monferrato.

Alba – soprannominata la “Città delle Cento Torri” per le tante torri nate in passato a scopo difensivo – sorge sul fiume Tanaro, circondata da colline punteggiate da vigneti.

Piccola ma piena di cose da vedere e da fare, oltre che di prelibatezze enogastronomiche da gustare. Tra le altre cose, Alba è la terra del tartufo, dove ogni anno si svolge la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco.

Ecco i monumenti più importanti da visitare ad Alba:

  • su Piazza Risorgimento, la Cattedrale di San Lorenzo in stile gotico e il Palazzo Comunale
  • in Via Vittorio Emanuele, la Chiesa della Maddalena, con decori interni in stile barocco
  • le tre Torri rimaste integre: Torre Bonino, Torre Astesiano e Torre Sineo (XII secolo)
  • i sotterranei di Alba
  • la chiesa gotica di San Domenico risalente al XIII secolo

 

 

30. Modena

Modena, città emiliana, dista da Milano all’incirca due ore di macchina.

Una gita fuori porta potrebbe contemplare questa tappa per diverse buone ragioni. Chi ama i motori, per esempio, potrebbe voler visitare il Museo Ferrari dedicato alla Formula 1. Mentre le famiglie con i bambini, o i collezionisti anche un poco più grandi, potrebbero voler fare una capatina al Museo Panini, tutto dedicato alle tanto amate figurine di ogni epoca.

Oltre a queste attrazioni, a Modena c’è davvero tanto da scoprire, a iniziare dalla Ghirlandina, simbolo della città, un campanile alto circa 86 metri.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta in Cielo e San Geminiano e il suo campanile, esemplari di arte romanica, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Un itinerario da seguire a Modena include queste tappe:

  • Piazza Grande, il fulcro cittadino dove si trovano alcuni dei palazzi più belli, tra cui il Palazzo Comunale, e la storica “pietra dell’aringa” o “pietra che arringa”, nel Medioevo usata come tribuna e pulpito dagli oratori modenesi.
  • Il Palazzo Ducale, un tempo sede della Corte Estense, oggi ospita l’Accademia Militare.
  • La Galleria Estense che, tra le altre, ospita opere d’arte di proprietà dei Duchi d’Este.
  • Il Palazzo del Foro Boario
  • Il Parco Archeologico Novi Ark
  • L’Acetaia Comunale – Modena è famosa per il suo Aceto Balsamico DOP e IGP
  • Il Teatro Comunale Luciano Pavarotti

 

 

31. Cremona

fuori porta milano
flickr, IBramba

 

Una gita vicino Milano porta nel cuore della Pianura Padana, a Cremona, piccola cittadina distante da Milano una settantina di chilometri.

Cremona è detta la città delle 3 T in riferimento al Torrazzo, uno dei campanili più alti del mondo e simbolo della città; al Torrone (Sperlari e Vergari), che trova qui le sue origini 500 anni or sono; al famoso attore Tognazzi (ma non è certo) nato a Cremona.

La cittadina è famosa anche per le sue liuterie storiche dalle quali escono i violini che fanno il giro del mondo da secoli, e per i suoi palazzi e chiese medievali e rinascimentali.

In Piazza del Comune si affacciano alcuni degli edifici più belli, riconoscibili per i tipici mattoni rossi lombardi. È qui che si erge maestoso il Torrazzo (1305), la torre campanaria in pietra più alta d’Europa, (112 metri); il Duomo (o Cattedrale di Santa Maria Assunta, 1100), nota come la “Cappella Sistina della Pianura Padana” per i suoi meravigliosi affreschi.

Altri monumenti da non perdere:

  • il Palazzo Comunale e la Loggia dei Militi (1200), dove si trova un altro simbolo di Cremona, Ercole, suo mitico fondatore, che sorregge lo stemma della città
  • i palazzi signorili come Palazzo Trecchi (1496) e Palazzo Raimondi, e diverse chiese celebri come quella di San Sigismondo (1463), in stile lombardo rinascimentale
  • il Battistero di San Giovanni Battista, edificio romanico (1167)
  • il Museo del Violino a Palazzo dell’Arte che ospita i violini realizzati da Amati, Stradivari e Guarneri, e la ricostruzione di una bottega di liuteria
  • in Corso Garibaldi 57, la Casa del liutaio Antonio Stradivari e le botteghe dei liutai riconosciuti Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO.

 

32. Verona e Lago di Garda

Tra le gite da Milano, una meta tra le più belle è il Lago di Garda che si dipana su tre regioni: Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto. Sul versante veneto si trovano alcuni dei borghi più belli, tra i quali:

  • Peschiera del Garda
  • Castelnuovo del Garda (dove si trova Gardaland)
  • Lazise
  • Bardolino
  • Garda
  • Torri del Benaco
  • Brenzone sul Garda
  • Malcesine

Verona, città scaligera, ha molti luoghi di interesse, tra i quali Piazza delle Erbe, la piazza del centro storico dal quale iniziare il tour della cittadina. Su piazza delle Erbe si trovano Palazzo del Comune, Palazzo Maffei, la Casa dei Giudici, le Case Mazzanti e la Casa dei Mercanti.

Ecco cosa vedere a Verona,

  • l’Arena di Verona
  • il Palazzo della Gran Guardia
  • Palazzo Barbieri
  • Via Giuseppe Mazzini, la via dello shopping
  • la Torre dei Lamberti, alta 84 metri
  • Piazza dei Signori (o Piazza Dante) con la Domus Nova, il Palazzo degli Scaligeri, il Palazzo del Capitano e la Loggia del Consiglio
  • il Palazzo della Ragione con la caratteristica Scala della Ragione in marmo rosso veronese, sede della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
  • le Arche Scaligere, a poca distanza da Piazza dei Signori, antiche tombe monumentali dove sono sepolte le spoglie dei grandi signori di Verona, come Cangrande I, Mastino II e Cansignorio
  • il balcone di Giulietta, protagonista del dramma shakespeariano.

 

 

33. Le “Maldive di Milano”

gita fuori porta da milano
flickr, -libellenwellen-

 

Sapevi che vicino Milano ci sono le “Maldive”? “Le Maldive di Milano” si trovano nella Val Verzasca, in località Locarno, nel Canton Ticino, in Svizzera, e sono vere e proprie piscine naturali dalle acque cristalline del fiume Verzasca, dove fare il bagno in estate e praticare sport fluviali. Il territorio è anche meta di escursioni sia a piedi sia in bicicletta.

 

Ora che sai come organizzare una perfetta gita fuori porta a Milano e dintorni, ricorda che, con Italia Delight, puoi prenotare esperienze e viaggi enogastronomici in tutta Italia, ideati e realizzati da Esperti locali! 😍

 

Foto copertina: leah-wilson-unsplash

Foto in evidenza: vitaliy-zamedyanskiy-unsplash

 

L’autore

client-photo-1
Italia Delight
Italia Delight è il primo marketplace che ti permette di prenotare esperienze e viaggi enogastronomici su misura direttamente con i migliori Esperti del gusto italiani, professionisti dell’enogastronomia e del turismo. Offre un sistema di prenotazione innovativo per viaggiatori e aziende.

Commenti

Lascia un commento